Ieri passeggiando per Pesaro ho ascoltato il terzo episodio dell’Audionario, podcast di scene e percorsi musicali di Francesco Del Gratta per Storielibere.fm.

Il nome mi era sconosciuto, ma leggendo di cosa si è occupato in passato ho capito che ha avuto modo di conoscere il mondo della musica in modo trasversale, come autore e regista per Videomusic, TMC2, MTV, ed ora LA7.

Tra tutta una serie di artisti della nuova scena parigina lui mette in cima alla lista gli Isaac Delusion.

Tra gli altri, come percorso di ascolto, inserisce altri artisti che in parte avevo ascoltato: Agar Agar, L’Impératrice, Vendredì sur Mer, Papooz, Polo & Pan.

Ecco come Francesco del Gratta parla di tutta questa scena musicale:

“La cosa particolare è che sono tutti di Parigi. Classe medio-alta, bianchi -qualcuno ha fatto l’accademia d’arte, qualcuno aveva strumenti musicali d’epoca in casa… Distacco, più che coivolgimento, emozione effimera, li definirei hippie-chip…. Manca sofferenza nella loro musica, soprattutto nelle esibizioni dal vivo.”

Dal terzo episodio dell’Audionario